La nostra storia - Feudo Gagliardi

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

La nostra storia

L'AZIENDA

L’azienda agricola, in gran parte, è stata acquistata originariamente da “Don Ciccio Vozzo” nel 1972; questi, era discendente di un grosso proprietario terriero in decadenza dei primi del novecento (Vincenzo Vozzo) che si era fatto col duro lavoro del commercio del baco da seta, allora fiorente in zona. La nuova proprietà sita in località Stincuso-Feudo Gagliardi, si aggiunse ad un fondo rustico di alta collina denominato Tredonne, già di proprietà della famiglia Vozzo. Nel 1999 l’azienda è passata in conduzione ai figli di “Don Ciccio”, Vincenzo (agronomo) e Teresa (Imprenditore agricolo professionale), che hanno dato seguito agli intenti del padre, di innovare nello spirito della tradizione contadina. Nel 2002 è stato preso in affitto un altro appezzamento di terreno in località Candidati, sempre della famiglia Delvecchio-Vozzo. I terreni, dapprima coltivati prettamente ad uliveti, vigneti e seminativi, negli anni ’80 hanno subito le prime trasformazioni ad agrumeti, in seguito sono state apportate diverse e continue trasformazioni che hanno portato l’azienda ad ampliare il panorama colturale: attualmente si dispone di circa 25 ettari, condotti secondo il metodo dell’agricoltura biologica dal 1998, di cui 3 a vigneto appena rinnovato, 2 ad uliveto, 5 ad agrumeto, oltre frutteti, ortaggi, serre (fragole) ed ampi pascoli e boschi che si prestano a magnifiche escursioni a piedi, in mountain-bike o a cavallo. Potrete, così, respirare i profumi di una natura incontaminata (ginestre, acacie, mirti…).

L’azienda produce diversi prodotti: dalle famose “Clementine di Calabria IGP” alle arance “Tarocco”, dall’olio extravergine di oliva della varietà “Grossa di Gerace” alle olive sottolio, ai sottaceti, alle conserve, confetture di fragola, arancia, mandarino, ai fichi secchi, pomodori secchi, frutta secca, ecc…  e per ultimo, non di minore importanza il vino, prodotto di gran pregio, ottenuto da uve dei vitigni Calabrese nero e Gaglioppo, ceppi autoctoni che hanno dato origine al “Castrum Vetus”, un rosso di grande struttura e personalità che si abbina benissimo a cibi a base di carni rosse, selvaggina e formaggi stagionati.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu